Rivalutazione  partecipazioni romene: l’imposta sostitutiva si paga al 15 novembre

La conversione in legge del decreto Sostegni bis riscrive anche parte del calendario fiscale del secondo semestre 2021 e differisce i termini di versamento dell’imposta sostitutiva per la rivalutazione dei terreni e delle quote di partecipazioni detenuti alla data del 1° gennaio 2021.

Slitta, infatti, al 15 novembre 2021 (il precedente termine era il 30 giugno) il versamento della prima o unica rata per accedere all’agevolazione fiscale. Sempre al 15 novembre viene rinviato anche il termine per la perizia di stima necessaria ai fini della rivalutazione del prezzo di acquisto dei suddetti beni.

Con un emendamento approvato dalla Camera dei Deputati, il termine per il versamento dell’imposta sostitutiva per la rivalutazione dei terreni e delle quote di partecipazioni detenuti alla data del 1° gennaio 2021 slitta al 15 novembre. Lo stesso termine vale anche per la perizia di stima. Ci saranno ulteriore tempo  per passare alla cassa, ma la rivalutazione si perfezionerà sempre con l’asseverazione della predetta perizia e con il pagamento dell’imposta sostitutiva dell’11% entro la nuova scadenza. La dilazione del termine permette quindi anche ai residenti fiscalmente in Italia soci di società romene di predisporre la documentazione necessaria per beneficiare della nuova finestra.

Restiamo a disposizione per ogni ulteriore necessità.