Legge 102/2020: modifiche alla legge societaria romena

Nel MOF n. 583/2 luglio 2020, è stata pubblicata la legge 102/2020 , che si applicherà con decorrenza dal 5 luglio 2020, e mira a facilitare l’attività imprenditoriale in Romania, al fine di stimolare la costituzione di nuove società.

Il primo grande cambiamento è (1) l’eliminazione del divieto che persone fisiche e persone giuridiche debbano ora essere soci unici in diverse società di diritto romeno (SRL). Pertanto, gli imprenditori saranno in grado di diventare soci unici di diverse società di questo tipo, senza alcuna limitazione.

Inoltre, la nuova legge elimina anche la disposizione secondo cui “una società a responsabilità limitata non può avere come unico socio un’altra società a responsabilità limitata, costituita da una sola persona”.

Secondo le disposizioni finora, chiunque potrebbe richiedere in tribunale lo scioglimento di una società a responsabilità limitata, qualora sia stata costituita con socio unico una persona che era già l’unico socio di un’altra società a responsabilità limitata.

Una seconda modifica importata è che (2) più società saranno in grado di esser domiciliate nel stesso numero civico (appartamento o casa) rispetto al numero di locali esistenti al suo interno. Fino ad ora, il diritto societario ha stabilito che nella stessa sede è possibile gestire un numero di società pari al numero di spazi esistenti e individuabili fisicamente nel numero civico.

In altre parole, se parliamo, ad esempio, di un bilocale, a partire da domenica, tre o più compagnie saranno in grado di operare nello stesso appartamento.

La terza misura inclusa nella nuova legge è (3) l’eliminazione della necessità di alcuni documenti, in particolare necessari durante la costituzione di società. Più precisamente, quando si registra una società o quando si cambia la sede legale, solo il documento attestante il diritto di utilizzare lo spazio per la sede legale sarà presentato all’Ufficio del registro delle imprese.

Fino ad ora, oltre al documento di cui sopra, altri documenti dovevano essere presentati al momento della registrazione o della modifica della sede legale, a dimostrazione del fatto che diverse società non operano nella stessa sede legale o che, se funzionano, utilizzano ogni massimo una stanza.

Inoltre, (4) il parere sul cambiamento di destinazione degli edifici collettivi con regime residenziale scompare, vale a dire quell’accordo dei vicini che era richiesto fino ad ora. Ma solo se si tratta di situazioni in cui l’attività non si svolge presso la sede legale della società.

Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti